Meno carne per i tedeschi

Il governo tedesco chiede ai suoi cittadini di dimezzare il consumo di carne

Per raggiungere gli ambiziosi obiettivi climatici fissati a livello internazionale i tedeschi devono prepararsi a grandi cambiamenti. Questo è ciò che emerge dalla bozza di progetto per la salvaguardia del clima (Klimaschutzplan 2050). Il documento, redatto dal Ministero dell’Ambiente, consiste di 67 nelle quali sono elencate tutta una serie di misure che dovranno essere attuate dal governo federale nei prossimi decenni affinché il riscaldamento globale si contenga sotto i due gradi.

Le implicazioni più concrete degli obiettivi di protezione del clima ricadono sulle abitudini alimentari. Infatti, secondo la bozza, l’agricoltura dovrà ridurre il numero degli animali da reddito e soprattutto dei ruminanti come le mucche, in quanto grandi produttrici di uno dei più dannosi dei gas serra, ovvero il metano. I tedeschi sono chiamati, quindi, a ridurre di almeno la metà il loro consumo di carne secondo le indicazioni già fornite dalla Associazione Tedesca per la Nutrizione (Deutsche Gesellschaft für Ernährung). In parole povere, il consumo dovrebbe ridursi dagli attuali 1,2 kg a una media di 600 grammi a settimana per persona.

Annunci